NIJINSKY:Mistica e follia del corpo eccedente

Performance digitale della compagnia “ORMA FLUENS”, presso il club “Goa”, (Maggio ’03-Roma). L’interazione tra il performer butoh (che non imita le forme della danza di Nijinsky, ma cerca di rivivificarne l’intenzione) e il suo doppio digitale (la sua ombra proiettata sulla scena in tempo reale), crea un cortocircuito tra presenza e assenza, tra corporeit√† e virtualit√†, tra finito e infinito, tra pesantezza e leggerezza.